Lunghezza 13 km
Livello difficoltà E - media
Dislivello +281 / -281 m
Tempo percorrenza 5 h (soste incluse)
Fondo stradale sentieri boschivi; sterrati, pascoli rocciosi

Bosco Acquatetta e le Cave di Bauxite

Un percorso a forma di 8 tra i variopinti paesaggi del Parco Nazionale dell'Alta Murgia. Un trekking in un luogo che sa affascinare gli sguardi anche d'inverno grazie al rosso vivo della bauxite che al tramonto si miscela con il purpureo colore del cielo. Da qui lo sguardo, si spinge lontano fino al Vulture e ai monti dell'Appennino Lucano.

Lungo il percorso il Bosco Acquatetta, si tratta di un bosco artificiale situato tra i comuni di Minervino Murge e Spinazzola

Il più esteso della Provincia di BAT, nonché uno dei più grandi di Puglia.

Nel bosco si è verificato uno sviluppo spontaneo di esemplari di roverella e di specie tipicamente mediterranee come la quercia spinosa o il leccio. Al suo interno si scopre una profondissima dolina, la Voragine del Cavone, il cui cratere sembra quasi nascondersi nel bel mezzo del bosco.

E poi una breve sosta al Riparo del Cavone, dove vi sono presenti incisioni rupestri dell'età dei Metalli, a testimoniare l'antica presenza dell'uomo sulla Murgia.

Destinazione Cave di Bauxite!

Non siamo nel Grand Canyon, neppure in Australia, ma in un suggestivo e raro paesaggio made in Murgia. 

Le Cave di Bauxite sono poste sui gradoni delle murge, da lì una vista mozzafiato sulla Fossa Bradanica.

Le cave si presentano principalmente di colore rosso ruggine con sprazzi di rosa in quanto la bauxite è un minerale composto prevalentemente da ossidi e idrossidi di ferro e alluminio. 

Addentrandoci all'interno di una di esse si può ammirare la particolarità di questo luogo, un atipico spettacolo naturale.


EQUIPAGGIAMENTO:

🥾 Scarpe da trekking

🎒 Zaino da trekking, abbigliamento comodo per camminare, indumenti di ricambio, felpa, giacca a vento/antipioggia, cappellino

💧 Colazione e borraccia con acqua a sufficienza

🍱 Pranzo a sacco

ESCURSIONE GUIDATA:  40 € a gruppo